info@pasta.it
MAPPA DEL SITO
 
La parola "pasta" deriva probabilmente da un termine greco che significa "farina mista a liquido" ed è un impresa difficile attribuire a qualcuno la paternità di avere per primo mescolato grano polverizzato ad acqua così da ottenerne un impasto per uso alimentare. Già Cicerone e Orazio, 100 anni prima di Cristo, sono ghiotti di làgana (termine che deriva dal greco laganoz da cui il latino làganum che designava una schiacciata di farina, senza lievito, cotta in acqua, la forma plurale làgana indica strisce di pasta sottile fatte in farina e acqua, da cui derivano le nostre lasagne).
Ma fu Apicio a lasciarci la prima vera documentazione sull'esistenza di un composto assai simile alla nostra pasta; nel suo "De re coquinaria libri" infatti egli descrive un timballo racchiuso entro làgana...
Il grano viene selezionato per la macinazione in base alle sue caratteristiche igieniche, chimiche e fisiche. Per la produzione di pasta viene utilizzato esclusivamente il grano duro dalla...
Vi siete mai chiesto quanta pasta viene mangiata in tutto il mondo? Escludendo la pasta che viene prodotta nelle case e considerando solo quella di produzione industriale, il consumo medio annuo pro-capite, in kg, in alcuni paesi è il seguente...
Esiste forse cibo più naturale e semplice della pasta? Semola di grano duro e acqua. Nessun conservante perché è l'essicazione del prodotto che permette una indefinita conservabilità, nessun colorante: guardando in controluce un fascio di spaghetti ritroviamo la luminosità del sole assorbita dal chicco di grano e restituita dalla semola; nessun additivo chimico e neppure il sale.
In questa sezione vengono segnalate le più importanti e significative manifestazioni e sagre legate al mondo della Pasta di tutte le regioni d'Italia...
Valle d'AostaPiemonteLombardiaTrentinoVenetoFriuliEmilia RomagnaLiguriaToscanaUmbriaMarcheLazio Abruzzo MoliseCampaniaCampaniaPugliaBasilicata Calabria SiciliaSardegnaSardegnaSardegna
 
COSA VORRESTI TROVARE NEL SITO Pasta.it
Segnalaci i tuoi suggerimenti e
se desideri una risposta alle tue richieste ricordati di firmare con il tuo indirizzo e-mail

 
Google
 
Tenuta il corbezzolo per un week-end d'autore
 
CANTINE DI FRANCIACORTA The Wine Store
 
Agriturismo CORTE LANTIERI
Questa sezione è stata creata appositamente per tutti coloro che desiderano cimentarsi con successo nella realizzazione della pasta fatta in casa. Ecco dunque 3 impasti adatti alle vostre esigenze, ma attenzione per la buona riuscita della pasta fatta in casa dovete prendervi tutto il tempo necessario.
 
 
 
 
 
Alcune delle più appetitose ricette di ravioli, tortelloni, agnolotti etc.
 
RUSTICO
MARINARO
ESTIVO
VEGETARIANO
SPECIALE
INVERNALE
ROMANTICO
 
20 MINUTI
Fusilli tricolore
Spaghetti allo speck
30 MINUTI
Farfalle in insalata estiva
Spaghetti alle vongole
45 MINUTI
Penne alla boscaiola
Tortiglioni agli scampi
1 ORA
Pipe rigate ripiene
Tagliolini alla contadina
1 ORA e 30 MINUTI
Lasagne alla bolognese
Pasta al forno con asparagi
2 ORE
Ravioli di pesce
Ravioli alla cinese
 
 
RICETTE REGIONALI
- Non bisogna aggiungere acqua fredda quando si scola la pasta.
- Gli spaghetti cotti tendono ad ammassarsi. Il modo migliore per scolarli è versarli nel colapasta e toglierli dall'acqua pochi alla volta con un forchettone di legno.
- La pasta al dente a Napoli si chiama pasta "verde", cioè con un punto centrale ancora crudo.
- La durata della cottura non dipende solo dal formato della pasta, ma anche dallo spessore.
- La pasta deve essere preparata sempre espressa. Non si deve "scottare" prima, per poi riprendere la cottura al momento di servirla, perchè apparirebbe senza elasticità, poco brillante e vischiosa.
- Occorrono 10/12 g. di sale grosso marino ogni litro d'acqua. Il sale va aggiunto solamente quando l'acqua inizia a bollire. Se si mette prima l'ebollizione risulta più lenta.
- Non bisogna lasciarsi prendere dalla tentazione di spezzare gli spaghetti per comodità quando si buttano in acqua. Aspettate che si pieghino e mescolateli con il forchettone di legno.
La pasta in pasto alla legge
Dopo 34 anni circa di servizio, la vecchia legge 4 luglio 1967, n. 580 ( disciplina per la lavorazione e commercio dei cereali, degli sfarinati, del pane e delle paste alimentari), subisce un vigoroso restauro, operato dal D.P.R. 9 febbraio 2001, n.187, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.117 del 22 maggio 2001.
E' vero, cuocere la pasta in modo corretto non è poi così difficile, è necessario però rispettare alcune indicazioni fondamentali.
Incominciamo col scegliere la pentola giusta. Dovrebbe essere grande abbastanza e più alta del suo diametro per contenere una sufficiente quantità d'acqua. Come regola si consiglia 1 Litro d'acqua per 100g di pasta. E' comunque opportuno usare una quantità d'acqua superiore rispetto a questa indicazione, perchè durante i tempi di cottura relativamente brevi la pasta necessita di una temperatura costante e questa rimane più facilmente costante con una grande quantità d'acqua. All'acqua deve essere aggiunto il sale, circa 10 g. (un cucchiaino quasi colmo) per 1 litro d'acqua...
Numerosi sono i formati della pasta che quotidianamente vengono serviti sulle tavole di tutto il mondo. Spesso si conosce solo la forma ma non l'esatta nominazione. Questa è una guida dettagliata per i veri appassionati ,e non, della pasta...
Pasta.it ha selezionato per Voi 10 ricette veramente particolari e di sicuro effetto. Provatele subito perchè presto ne troverete altre, sempre diverse e originali...
GARGANELLI CON LA MOLLICA
Ingredienti per 4 persone
Preparazione: circa 20 min.

INGREDIENTI:
2 acciughe sotto sale
1 cucchiaio di capperi sotto sale
maggiorana
80g. olive verdi snocciolatei
1 peperoncino piccante fresco
200g.di patate
150g. fagiolini verdi
olio extra vergine di oliva
320g. di garganelli
2 fette di pan carrè, sale q.b.

PREPARAZIONE...
LINKS UTILI
www.dovemangi.it
www.giroscopio.com
www.slowfood.it
www.mangiarebene.com
www.winenews.it
www.enotime.it
www.acquabuona.it
www.agronomisata.it
www.cantinedifranciacorta.it
www.agriturismoimpostino.it